Home Page - Speciale Natale - Contatti
Argomenti
EMOZIONI HI TECH
EMOZIONI BAMBINI
EMOZIONI VIAGGI
EMOZIONI SPORT e FITNESS
EMOZIONI BIJOUX
EMOZIONI CASA
EMOZIONI MODA
EMOZIONI BELLEZZA e BENESSERE
EMOZIONI A TAVOLA
EMOZIONI SUL WEB
Pillole
La decorazione diventa 'buona'
Che ne dite se quest'anno fossero proprio i vostri bambini a realizzare le decorazioni dell'albero? Non fatevi prendere dal panico: basta preparare qualche biscotto e colorarlo con glasse diverse, legarli tutti insieme o singolarmente con una nastro colorato e il gioco è fatto. Questo tipo di decorazione permette di sbizzarrirsi anche nelle forme dei biscotti stessi: abeti in miniatura, stelle, cuori, campanelle e babbi natale a seconda di quanti stampini si hanno a disposizione.
Impossibile annoiarsi
Cuore pulsante della Val di Fassa, Canazei accoglie i suoi visitatori in tutte le stagioni dell'anno. Tuttavia è proprio l'inverno il periodo più magico per scoprire il suo paesaggio incantato ricoperto da uno spesso manto di neve. Dal centro si possono raggiungere ben quattro aree sciistiche: il Belvedere, il Ciampac, il Col Rodella e la Marmolada. Oltre a sci e snowboard si possono praticare anche pattinaggio sul ghiaccio, hockey sul giaccio, sci di fondo e sci alpinismo, per non parlare delle sempre più amate e praticate passeggiate nei boschi circostanti con le ciaspole ai piedi.
Atmosfere londinesi
Spettacolare. Ecco il primo aggettivo che viene in mente a chi ha la fortuna di ammirare Londra durante il periodo natalizio. Anche quest'anno la città  è in grande fermento e i negozi, soprattutto i cosiddetti Christmas Shops -fanno a gara a preparare la vetrina più bella per attirare clienti e visitatori curiosi. Protagoniste indiscusse sono le luci, capaci di trasportare l'intera città  in una dimensione surreale. Per non parlare del gigantesco albero di Natale di Trafalgar Square, che con le sue luci bianche in stile norvegese, illuminerà  le gelide notti londinesi fino al 6 gennaio.
Proposte rigorosamente vegan
In occasione del Natale siederà  al desco familiare anche la nuova fidanzata 'vegana' del figlio? Dimenticate di far entrare nel menu carne, pesce, uova, latte Ma non disperate. I vegani non campano certo di aria. Le ricette non mancano e propongono una varietà  di ingredienti buoni per qualche sperimentazione a tema natalizio. La pasta al forno o le lasagne, ad esempio, possono essere arricchite da verdure anziché sughi di carne. Quanto ai secondi piatti, il seitan (un alimento molto proteico ricavato dal glutine del grano tenero) rimane un punto fermo anche per le principianti con questo tipo di cucina.
Insalata di polpo che bontà 
La cosa più difficile di questa ricetta è mantenere la carne morbida. Il polpo, a dispetto di quanti molti credono, è piuttosto difficile da cucinare e chi ci riesce custodisce gelosamente il segreto, pronto a far bella mostra del suo piatto proprio in occasione della Vigilia. Il polpo, infatti, è un altro piatto forte del menù del 24, servito nella maggior parte dei casi, insieme ad un'insalatina verde o a patate lesse tagliate a dadini. La ricetta ideale per mantenersi leggeri in vista del pranzo del giorno successivo e portare in tavola un po' di colore.
Alle 8 al Sushi bar
E' la soluzione ideale per i ritardatari cronici: il cibo tanto non fredda. Appurato che nel gruppo non ci sono recalcitranti nei confronti dei cibi etnici e del pesce crudo, si tratta di un incontro cool all'insegna di leggerezza e gusto. Ancora più conviviale e divertente con il Kaiten Sushi, il nastro trasportatore su cui scorrono i piattini colorati con gli ormai conosciuti nigiri e maki. E dopo qualche girobicchieri in alto con il sake!
>> EMOZIONI A TAVOLA
Aromi a sorpresa
Vota ORA       > Voto medio 1.4
Dal territorio l'ispirazione per arricchire anche il 'cibo degli dei', come lo definivano i Maya: è così che il cioccolato diventa ancora più prezioso e sorprendente. E' il caso del cioccolato aromatizzato con il Sale dolce di Cervia, un sale già  conosciuto e apprezzato dagli etruschi per il suo sapore gradevole e, ancora oggi,  lavorato secondo il metodo millenario del Parco della Salina di Cervia (Ravenna). A dare consistenza a questa golosa idea, premiata all'Academy of Chocolate Awards 2011 di Londra, L'Artigiano dei F.lli Gardini, una delle eccellenze del cioccolato artigianale italiano.
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Tanto per cominciare
Vota ORA       > Voto medio 1.5
Una prelibatezza che apre i pranzi e le cene delle feste in grande stile, un vero must fra gli intenditori: il Foie gras di Strasburgo Feyel è sempre una scelta azzeccata. E anche pratica, grazie al formato cocktail bloc, con cui si possono spalmare morbide tartine al latte, crackers, fette di pane tostato. Altro modo per gustarlo è affettarlo e glassarlo con gelatina. In alternativa al bloc, ci sono, inoltre, le più tradizionali terrine di Feyel, tartufate al 3%. Il consiglio del sommelier: da abbinare a bianco d'Alsazia, Riesling o Takay, o ad un Bordeaux d'annata.
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Largo al lardo
Vota ORA       > Voto medio 1.7
Da companatico 'povero' dei cavatori di marmo delle Alpi Apuane, che lo affettavano sottile e lo accompagnavano al pomodoro per condire le pagnotte rustiche, a cibo da gourmand, il lardo di Colonnata ne ha fatta di strada. Il segreto del suo sapore inconfondibile sta nel procedimento seguito per la produzione: una volta salato manualmente ed unito ad una concia costituita unicamente da sale, erbe aromatiche e spezie, viene stagionato nelle conche di marmo per almeno sei mesi. Il modo migliore per gustarlo? Su croccanti bruschette, l'ideale per sfiziosi antipasti.
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Pasta: la sorpresa è nel ripieno
Vota ORA       > Voto medio 1.9
Ricca la pastasontuosa la festa: è un'associazione quasi naturale, una sorta di buon augurio che dalla tavola si estende alla vita. Ai classici tortellini di magro serviti in brodo di cappone si possono comunque sostituire altre sfiziose versioni di pasta ripiena (di carne, di pesce, di verdure) che perfino chi non ha troppo tempo per cimentarsi ai fornelli può trovare nei vari negozi di pasta fresca. Fra le idee apprezzate anche dagli invitati vegetariani ci sono i ravioli alle erbette conditi con salsa di noci e uvetta o quelli ripieni di carciofi alla salsa di timo.
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Appetizer e finger food per il brindeasy
Vota ORA       > Voto medio 1.7
La formula più easy è quella degli aperi-auguri: informale, pratica, alla portata di tutti (anche economicamente), l'ideale per 'schiccherare' e conversare liberamente interagendo con il maggior numero di persone possibile. Così piacevole che sempre più si replica anche a casa. Chi organizza potrà  dare libero sfogo alla fantasia con appetizer e finger food che fanno scena e richiedono veloci tempi di preparazione, oltre a prestarsi bene alla soluzione 'ognuno porti qualcosa'.
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Natale senza glutine
Vota ORA       > Voto medio 1.8
Un'altra esigenza che potrebbe rivelarsi comune nelle tavole natalizie più allargate è quella di venire incontro a commensali che non possono assumere alimenti contenenti glutine. Per i celiaci esistono serie complete di alimenti del tutto simili ai cibi comuni (con tanto di pane, pasta, biscotti, panettoni) ma è possibile anche proporre piatti che semplicemente non facciano uso di questi prodotti. Verdure, carne e pesce la faranno da padrone. Come primo, invece, si possono proporre riso o grano saraceno.
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Cioccolato e torrone: scelte vincenti
Vota ORA       > Voto medio 1.8
Pernigotti ci viene in aiuto con delle proposte davvero a tema. Ottime come sempre, ma 'vestite' a festa per l'occasione. Se l'invito giunge prima di Natale, la Palla Nocciolato toglierà  dall'imbarazzo della scelta. E' confezionata con un guscio rigido trasparente in cui si trovano 600 gr di puro piacere: finissimo cioccolato al latte con nocciole intere IGP del Piemonte. Una volta finito il cioccolato, la palla può essere decorata secondo la propria fantasia e trovare posto sull'abete addobbato. E se alla goduria del cioccolato si vuole unire la dolcezza del torrone? Sempre a firma Pernigotti c'è il ghiottissimo Amor.
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Il rito del pandolce
Vota ORA       > Voto medio 1.7
Il Natale a Genova ha il sapore del pandolce, un'autentica sinfonia di sapori e di profumi, come quelli del cedro e dell'arancia candita, dell'acqua di fiori d'arancio, dei semi di finocchio, dell'uvetta e dei pinoli. Basta un boccone per esserne letteralmente conquistati sia che si tratti della versione bassa, più friabile, che di quella alta, morbida e consistente. La tradizione vuole che venga servito in tavola con sopra un rametto di alloro e che sia il più giovane tra i commensali a tagliarlo, mentre il più anziano ne distribuisce le fette.
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Gli spaghetti hanno il sapore del mare
Vota ORA       > Voto medio 1.5
In bianco o al pomodoro, ognuno dà  al piatto la sua personalissima interpretazione, come avviene sempre tra i fornelli di grandi chef e casalinghe. Certo è che gli spaghetti allo scoglio sono un grande classico del made in Italy e soprattutto nelle regioni bagnate dal mare diventano delle portate predilette anche del menù delle feste. Cozze, vongole, seppie, calamari e gamberetti sono gli ingredienti principi della ricetta da combinare e variare in base ai gusti dei commensali e alla loro reperibilità .
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Ostriche, nel segno dell'esclusività  $$$Questo è senza dubbio un piatto che non conosce bandiera e ogni paese, soprattutto se lambito dal mare, lo ripropone nel menù delle feste. Le ostriche sono, infatti, una prelibatezza internazionale, da gustare crud
Vota ORA       > Voto medio 2
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Antipasti creativi
Vota ORA       > Voto medio 1.9
Gli antipasti si prestano molto bene ad essere preparati dalle mani dei bambini soprattutto perché non c'è quasi bisogno di accendere i fornelli. Utilizzando come base crackers di varie forme, pan carrè o polenta da tagliare con simpatici stampini oppure piccoli vol-au-vent darsi alla farcitura creativa è un vero divertimento. Utilizzate verdurine fresche o sottolio, salumi, paté, creme salate, acciughe e chi più ne ha più ne metta. Potrebbe essere il modo giusto per iniziare a far mangiare ai vostri bambini le tanto odiate verdure.
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Il rito del pandolce
Vota ORA       > Voto medio 1.9
Il Natale a Genova ha il sapore del pandolce, un'autentica sinfonia di sapori e di profumi, come quelli del cedro e dell'arancia candita, dell'acqua di fiori d'arancio, dei semi di finocchio, dell'uvetta e dei pinoli. Basta un boccone per esserne letteralmente conquistati sia che si tratti della versione bassa, più friabile, che di quella alta, morbida e consistente. La tradizione vuole che venga servito in tavola con sopra un rametto di alloro e che sia il più giovane tra i commensali a tagliarlo, mentre il più anziano ne distribuisce le fette.
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Gli spaghetti hanno il sapore del mare
Vota ORA       > Voto medio 2
In bianco o al pomodoro, ognuno dà  al piatto la sua personalissima interpretazione, come avviene sempre tra i fornelli di grandi chef e casalinghe. Certo è che gli spaghetti allo scoglio sono un grande classico del made in Italy e soprattutto nelle regioni bagnate dal mare diventano delle portate predilette anche del menù delle feste. Cozze, vongole, seppie, calamari e gamberetti sono gli ingredienti principi della ricetta da combinare e variare in base ai gusti dei commensali e alla loro reperibilità .
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Ostriche, nel segno dell'esclusività  $$$Questo è senza dubbio un piatto che non conosce bandiera e ogni paese, soprattutto se lambito dal mare, lo ripropone nel menù delle feste. Le ostriche sono, infatti, una prelibatezza internazionale, da gustare crud
Vota ORA       > Voto medio 1.7
    
 
>> EMOZIONI A TAVOLA
Antipasti creativi
Vota ORA       > Voto medio 1.6
Gli antipasti si prestano molto bene ad essere preparati dalle mani dei bambini soprattutto perché non c'è quasi bisogno di accendere i fornelli. Utilizzando come base crackers di varie forme, pan carrè o polenta da tagliare con simpatici stampini oppure piccoli vol-au-vent darsi alla farcitura creativa è un vero divertimento. Utilizzate verdurine fresche o sottolio, salumi, paté, creme salate, acciughe e chi più ne ha più ne metta. Potrebbe essere il modo giusto per iniziare a far mangiare ai vostri bambini le tanto odiate verdure.
    
Speciale a cura S.P.E. spa P.IVA 00326930377
- contattaci - sitemap - Copyright - Note Legali